Commemorazioni

 

                                                             

     Padre Luciano Usai a Tobruk


storia dell'ordinariato militare

                                                                                      clicca qui


         la fede in guerra      

                                    di Vittorio Rossin

 clicca qui


Cappellani militari sardi

di Lorenzo Di Biase

 clicca qui


Cappellani militari oggi e...domani

                                Atti seminario di studi promosso da Pax Christi Italia

                                         e Centro studi economicosociali per la pace

 clicca qui


Scritta dopo il primo lancio in Tarquinia nell'anno 1942 da Padre Giovanni SCANTAMBURLO, cappellano della Folgore a El Alamein:


" Signore grande Iddio, vivo nello spazio infinito, dove il dovere per la Patria in armi ci ha fatto sbocciare come candidifiori con i nostri paracadute, ascolta:
Guida e proteggi l'ardimentoso volo, come quello delle aquile piombanti sulla preda, e fa di noi, e da a noi la fulminea e travolgente irruenza di frecce, scoccate dall'arco teso del nostro valore, piu' potente del rombo dei nostri apparecchi. Come nebbia al sole, davanti a noi siano dissipati i nostri nemici, ed il nostro piede calpesti sempre vittorioso la me'ta Che l'anima ha sognato. Candida sempre, come la bianca seta del nostro paracadute, sia la nostra fede e indomito il nostro coraggio. La nostra vita giovane e' tua, per quel caro e benedetto suolo latino, dove sono piantati i nostri focolari e fioriscono i nostri destini. Se e' scritto che cadiamo, sia! Ma da noi, seminati dalla morte, sprezzata dalla nostra audacia, balzino gagliardi a falange, da ogni goccia del nostro sangue, figli e fratelli innumeri, sempre orgogliosi del nostro immortale passato, sempre degni del nostro immancabile avvenire. Benedici, Signore, la nostra Patria.Signore, le nostre famiglie. Signore, le nostre mamme, le nostre spose, sorelle, fidanzate: Signore, i nostri cari! Per loro, nell'alba o nel tramonto, sempre, la nostra vita, Signore, per noi il tuo glorificante sorriso. E cosi sia ! "

 

 

 

04 Agosto 2008/ v06
 


 

BACK



Se volete fare quattro chiacchiere sul deserto del Sahara, scrivetemi:
danielemoretto@libero.it



qattara.it 2006-2007-2008. Tutti i diritti riservati. Contenuto: Daniele Moretto. Disegno: Giorgio Cinti