Nuovi capitoli in "Le mille e una favola" e "Alla ricerca dei relitti perduti"

DOCUMENTI E TESTIMONIANZE

n queste pagine sono raccolti e si raccoglieranno documenti e testimonianze, sia di attualitÓ che storici, relativi alle battaglie che si combatterono a nord di Qattara; sia di memorie, con i racconti degli uomini che vi parteciparono; sia polemici, con ricerca e analisi di come vennero presentati i fatti; sia di carattere documentale, con bibliografie e quant'altro si ritiene possa essere di interesse per il lettore. Queste pagine verranno aggiornate e aumentate man mano che ve ne sarÓ l'occasione e il tempo, e naturalmente la collaborazione alla loro compilazione Ŕ aperta a tutti i lettori.

                                       

Ciao Daniele.

Pi¨ che un temporale a ciel sereno mi sento investito da un uragano.

 L'emozione Ŕ tale che ho ancora gli occhi lucidi.

 Non ambivo a tanto.

 Il tuo riconoscimento mi gratifica e mi da nuovo ossigeno per proseguire con

 tenacia la missione di non lasciare nel dimenticatoio le gesta dei nostri

 padri.

 Quando siamo tornati, ho preparato, con l'aiuto di Antonella, due confezioni

 speciali con tanto di etichetta in argento per consegnare a mio papÓ ed a

 mio zio la sabbia raccolta da El Alamein al Passo del Cammello.

 Ho la fortuna che entrambi, nonostante l'etÓ (papÓ 1919 - zio 1921)stiano

 abbastanza bene, e l'emozione che ho visto nei loro occhi li ha fatti

 ringiovanire di decenni, quasi fossero tornati in quel d'Africa.

 Mio zio porta ancora il rancore per il trattamento subito nei campi di

 concentramento francesi, alla mercŔ delle guardie di colore.

 Mio padre, rientrato prima dall'Africa, conobbe invece i tragici eventi

 dell' 8 settembre.

 Primo reparto ad essere impiegato dalla neonata R.S.I., resistettero sul

 fronte slavo fino all'aprile del 1945.

 Ufficialmente terminate le ostilitÓ, avrebbero dovuto ritirarsi ed in parte

 aggregarsi ai partigiani della Osoppo, per contrastare l'invasione del IX

 Corpus di Tito.

 Decisero invece di arrendersi, con la prospettiva dell'onore delle armi.

 Dopo un interrogatorio sommario e brutale, 90 bersaglieri furono prelevati e

 fatti scomparire. Dopo tanti anni l'omertÓ impedisce ancora di sapere dove

 poter porre una corona in suffragio di questi ragazzi.

 Fra i 90 c'era anche il Ten Argenti della 1░ Cp a cui mio papÓ apparteneva.

 Passandogli vicino gli disse " tieni il mio cappotto, Mario, dove vado non

 mi serve".

 Per il resto del Btg destinazione "il campo di Borovnica".

 Chiudo questo sfogo con un altro ricordo, che mi perseguita nei pensieri.

 Otello Chiadini, anni 20 romagnolo, accusato dalle guardia del campo di

 avere sottratto un pezzo di pane, e per questo condannato a morte.

 Mario racconta:

 " Otello, conscio della prossima fine, mi fissava implorando un mio aiuto,

 che come suo serg-magg. mai gli era mancato nei numerosi scontri che avevamo

 avuto sul fronte.

 Era sempre vicino a me, sveglio, attento. Era sempre dietro di me nelle

 pattuglie che si faceva regolarmente per contrastare le infiltrazioni

 Titine.

 Una sventagliata di mitra nella pancia a bruciapelo pose fine alla sua vita

 ed il suo corpo fu gettato nel letamaio"

 

 Scrivere mi permette in parte di dare libero sfogo a tante emozioni che ho

 accumulato negli anni.

 Grazie a te ed ai ragazzi che ho conosciuto ad El Alamein per avermi

 concesso la Vostra Amicizia.

 Ciao.

 

   Garbin Pietro                                               pietro.garbin@sensisrl.it

                                                      

 

                     

 

 

         

16 Agosto 2008 / v06
 

QATTARA HOME
DOC & TESTIMONIANZE HOME


LE MILLE E UNA FAVOLA


UN PARACADUTISTA RACCONTA


ALLA RICERCA DEI RELITTI PERDUTI


LETTURE CONSIGLIATE


FOTO STORICHE & RARE


FORSE NON TUTTI SANNO...


SANTO PELLICCIA - UN REDUCE

Sergente REBAUDENGO Giuseppe

TESTAMENTO

INTERVISTA A SANTO PELLICCIA

POESIA

DIARIO DEL 4TH HUSSARS

CAP MARCO CRISTOFORI

DUE UOMINI DI EL ALAMEIN

LETTERA DI PIETRO GARBIN


Se volete fare quattro chiacchiere sul deserto del Sahara, scrivetemi:
danielemoretto@libero.it



ę qattara.it 2006-2007-2008. Tutti i diritti riservati. Contenuto: Daniele Moretto. Disegno: Giorgio Cinti